UN NUOVO BUILDING PER CBRE.
FUNZIONALITA' E GRANDE IMPATTO PER L'AZIENDA LEADER
DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI.

 

“La fiducia verso Ayno era emersa durante una serie di progetti realizzati insieme con successo nei confronti dei clienti.
Questo lavoro ha sicuramente consolidato il nostro rapporto professionale.

Federico Torelli, IT Manager di CBRE
 

BACKGROUND
 

CBRE è la più grande società di servizi e di investimenti immobiliari al mondo. La società ha più di 80.000 dipendenti e si rivolge ad investitori e proprietari mettendo a disposizione più di 450 uffici in tutto il mondo. 

CBRE offre ai propri clienti un’ampia gamma di servizi attraverso una struttura organizzativa capillare ed estesa.

Multinazionale americana, con sede italiana a Milano, nel 2018 CBRE ha deciso di trasferire il suo HQ nel cuore della finanza italiana, accanto al Palazzo della Borsa di Milano.

La nuova location è stata scelta per la posizione strategica e per consolidare il rapporto con le diverse aziende del gruppo, CBRE GWS e CBRE Global Investors, che sono state così riunite in un’unica struttura, consentendo il dialogo tra le diverse figure professionali rimaste separate fino a quel momento.

Driver del cambiamento: innovazione tecnologica e wellness per i dipendenti.

La nuova sede oggi ha l’obiettivo di creare maggior sinergia interna e costituire un luogo di
accoglienza per i clienti, attraverso una rappresentanza istituzionale di altissimo livello.

Il benessere dei dipendenti ha rappresentato un elemento focale del progetto.

Per questo è stata attivata la campagna “cibo sano per tutti” che ha visto l’abolizione delle vending machine sostituite con frutta fresca gratuita ogni giorno, l’orto aziendale, la wellness room e la somministrazione di healthy food presso la caffetteria.

D’altro canto, l’innovazione tecnologica ha determinato un punto di svolta per il nuovo HQ milanese, sia per l’operatività quotidiana delle persone che per il dialogo con i clienti.


NECESSITA'

CBRE ha scelto di cambiare il modo di presentarsi ai propri clienti avvantaggiandosi dell’esperienza reale che essi possono vivere all’interno del nuovo building.  Per questo si è puntato, da un lato, a ricreare negli uffici lo scenario di lavoro che tipicamente viene proposto nei progetti, e dall’altro ad accogliere il pubblico in un contesto di forte impatto dove i clienti possono immergersi un’esperienza visiva totalmente personalizzata.


"Realizzare uffici è il cuore dell'attività di CBRE. E' fondamentale per mostrare il nostro modo di lavorare attraversando i nostri stessi spazi di lavoro. L'HeadQuarter di Milano costituisce una vetrina per il business di CBRE in Italia in cui la tecnologia costituisce alleato essenziale di successo." 

 

Federico Torelli - IT Manager di CBRE
 

Il progetto ha previsto una riorganizzazione aziendale che ha rivoluzionato il modo di lavorare dell’azienda in virtù dell’acquisizione delle linee guida della casa madre: il Progetto Worspace 360. 

Si tratta dell’attivazione di una nuova modalità di lavoro smart che ha visto l’eliminazione delle postazioni assegnate, l’adozione della clean desk policy e l’activity based working, cioè la creazione di spazi di lavoro funzionali al tipo di attività da svolgere.
Da qui la definizione del layout interno con spazi distinti dedicati alla collaborazione, alla focalizzazione, al lavoro telefonico o agli incontri con clienti o collaboratori esterni.

Il building si sviluppa su tre piani che sono stati destinati a funzioni diverse in base alle loro specifiche caratteristiche: il primo ed il secondo sono aree operative, mentre il settimo, dotato di terrazzo, è stato destinato all’accoglienza del pubblico e a momenti di break per i dipendenti.

 

SOLUZIONE E RISULTATO

Il progetto tecnologico è stato il prodotto di un lavoro a quattro mani in cui l’esperienza, la competenza e la capacità consulenziale di Ayno hanno potuto guidare le scelte del Management di CBRE convogliando in un armonioso rapporto di partnership e collaborazione un risultato vincente.

“La fiducia verso Ayno era già emersa durante ad una serie di progetti realizzati insieme con successo nei confronti dei clienti. Questo lavoro ha sicuramente consolidato il nostro rapporto professionale.”
 

Federico Torelli IT Manager di CBRE

 

 

Il progetto della nuova sede di CBRE, realizzato su 3 piani, ha richiesto una gestione strutturata e programmata, nonché la sincronizzazione dei lavori con le opere edili, per la dotazione di 24 sale multimediali con sistemi di videoconferenza, display e sistema di collaborazione e ideation interattivo e condivisione wireless, la realizzazione di 1 Board Room con monitor da 85” e sistema di videoconferenza, l’installazione di un Art Wall da 4 monitor per Digital Signage in Reception e la realizzazione di una Multipurpose Room da 60 posti.​​ 

Quest’ultima è stata progettata per attivare il coinvolgimento a 360° del cliente grazie a visualizzazioni immersive rese possibili da 1 Videowall di grandi dimensioni (4 monitor per 2) e 2 Art Wall laterali da 8 monitor totali.

Inoltre, l’utilizzo di 1 Microsoft Surface Hub 55” ha migliorato notevolmente lo scambio di idee ed il dialogo interattivo col cliente grazie alle sue enormi potenzialità tecnologiche.

La Multiporpose room è stata inoltre studiata per un uso contemporaneo con meeting paralleli di dimensioni minori.

 


"Oggi l’HeadQuarter italiano è una degna rappresentanza del brand di CBRE in Italia e nel mondo. Siamo pienamente soddisfatti dell’esito del progetto e delle scelte tecnologiche adottate, anche grazie alla sinergia coi diversi team di Ayno”.

Alberto Cominelli - Head of Project Management Italy di CBRE